window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'UA-175173380-1');
Caricamento Eventi

Viso A Viso inaugura il 29 luglio alle 18.00, la nuova installazione video “Innominabile attuale” (Italia, 2018 – prod. Spinosa, durata 68’) con la regia di Andrea Fenoglio.

La sensazione più precisa e più acuta, per chi vive in questo momento, è di non sapere dove ogni giorno sta mettendo i piedi. Il terreno è friabile, le linee si sdoppiano, i tessuti si sfilacciano, le prospettive oscillano. Allora si avverte con maggiore evidenza che ci si trova nell’ «innominabile attuale». [Roberto Calasso]

L’installazione sarà disponibile per il pubblico fino alla fine di agosto presso BAO – Biblioteca Aperta di Ostana a Lou Pourtoun, accompagnata da una raccolta di documenti, libri, fotografie e inchieste dell’Eco del Chisone e del Corriere di Saluzzo.

Parte del progetto documentaristico “La terra che connette” “Innominabile attuale” è costituito da appunti visivi e sonori che il regista Andrea Fenoglio ha raccolto tra il 2013 e il 2016, nel terzo comparto frutticolo italiano, il saluzzese. In quel periodo in un quartiere periferico della città, il Foro Boario, sostavano ogni anno, in capanne di cartone, quasi un migliaio di migranti stagionali in cerca di lavoro nei frutteti circostanti. L’abitare ibrido e resiliente dei migranti si mescola alle abitudini quotidiane degli autoctoni. Una popolazione anziana e stanziale si imbatte nel cambiamento inevitabile.

Una mappa digitale, consultabile su tablet e scaricabile sul proprio device, potrà fare ambientare il visitatore all’interno delle narrazioni della video installazione.

Torna in cima